blog 

il numero 18

Aggiornamento: 16 feb


Finalmente il numero 18 è stampato! Questo numero segna un momento particolarmente importante, non solo perché chiude il primo triennio di pubblicazione della nuova rivista Aerofan, ma soprattutto perché rappresenta il punto di arrivo di un percorso editoriale pensato ed impostato già al momento dell’uscita del numero 1.

Foto: un HH-3F Pelican durante un'esercitazione di salvataggio in mare. Tutta la storia del 15° Stormo nell'articolo dedicato ai novant'anni del Reparto.


Quando abbiamo deciso di ridare vita alla rivista di Giorgio Apostolo, ci eravamo dati tempo tre anni per capire cosa fare dopo e scegliere una delle tre soluzioni seguenti: continuare la pubblicazione dei numeri con la stessa cadenza dei primi tre anni; interrompere le pubblicazioni per mancanza di interesse da parte dei lettori; modificare la periodicità da bimestrale a mensile, trimestrale o semestrale.

Foto: l'MH-53 è stato uno dei protagonisti delle missioni Combat SAR durante la guerra del Golfo del 1991. Gli interventi a favore dei piloti della Coalizione abbattuti durante la campagna sono l'oggetto dell'ultimo articolo del 2021 dedicato a Desert Storm.


Ebbene, i tre anni sono passati e fortunatamente l’eventualità di sospendere del tutto la pubblicazione non si è concretizzata, anche se le vicende (soprattutto sanitarie...) di questi anni ci hanno fatto riflettere più volte sull’opportunità di continuare oppure no.


Ma è arrivato comunque il momento di cambiare qualcosa per cercare di migliorare e rendere sempre più interessante la rivista, ed è per questo motivo che dopo vari ragionamenti e riflessioni abbiamo deciso di modificare la periodicità della rivista da bimestrale a trimestrale.

Dal numero 19, quindi, i numeri di Aerofan saranno “stagionali” e verranno distribuiti il 21 del mese di marzo, giugno, settembre e dicembre. Contestualmente, per minimizzare l’impatto psicologico di avere “meno da leggere”, il numero di pagine di ogni uscita aumenterà.

Foto: Il SeaMaster, un esotico idrovolante pensato per la US Navy ma incompreso. Ripercorriamo la sua breve e sfortunata storia nell'articolo a lui dedicato.


Tutto questo non influirà, almeno per tutto il 2022, sul prezzo di copertina della rivista, che rimarrà invariato nonostante l’aumentare del numero di pagine e il mantenimento dei medesimi standard qualitativi ai quali siete abituati. Il costo della carta è ormai completamente fuori controllo, quindi non possiamo garantire nulla sul lungo termine, ossia dal 2023 in poi. Vedremo.

Foto: vista dell’hangar per dirigibili di Trier, con Salmson 2A2 statunitensi ed una collezione di aerei tedeschi catturati. Trovate la storia dell'aeroporto e alcune curiosità nella seconda parte dell'articolo dedicato agli Showbirds SPAD.


Con questa decisione importante contiamo di riportare a regime l’uscita dei numeri rispettando le scadenze trimestrali e offrendo nel contempo un prodotto ancora più curato e ricco di articoli e approfondimenti, senza contare la messa in cantiere di alcune novità delle quali non vogliamo ancora parlare per non rovinarvi la sorpresa.


Foto: I “magnifici dieci” della Crociera dell'America Latina, di cui si parla nell'articolo "Nei cieli del Sud America".


Non vi promettiamo di riuscire a rispettare tutti i buoni propositi per il nuovo anno, ma ce la metteremo tutta! Voi continuate a seguirci!


Aerofan nr. 18 è disponibile >>>qui